SPEDIAMO IN TUTTO IL MONDO!

Disco di rottura DONADONSDD tipo SCR per applicazioni asettiche

Modello SCR
Materiali Acciaio inossidabile, Alloy 201, Alloy 400, Alloy 600, Alloy C276, Titanio, Tantalio
Guarnizioni PTFE
Dimensioni DN 1”(25) - DN 8”(200)
Pressione di rottura 0,3 bar g - 10 bar g (in funzione del materiale e del diametro)
Tolleranza da +/- 5 % a +/- 20%
Temperatura di esercizio Guarnizione in PTFE (max 265°C)
Margine operativo 90% - In grado di raggiungere il 95% in funzione delle condizioni di servizio
Frammentazione No
Impiego sotto valvola Si
Resistenza alla corrosione Ottima
Rivestimenti Si
Contenitore HTC
Sensore di rottura Elettrico
Certificazione ASME [UD STAMP] Disponibile
Certificazione PED [CE STAMP] Disponibile
Conformità 3-A Disponibile

Il disco di rottura DonadonSDD tipo SCR ottenuto con la tecnologia NS Nanoscored è un disco a compressione o inverso con sezione tarata di tipo microinciso a forma di spicchio caratterizzato dalla presenza di 4, 6 o più incisioni radiali. Il disco è stato progettato per soddisfare gli alti standard qualitativi richiesti dalla società Americana 3-A SSI, il cui fine è garantire la salute pubblica attraverso la progettazione di apparecchiature igieniche.Le guarnizioni in PTFE, certificate FDA, USP classe VI, 3-A e Eu 10/2011, rendono semplice l’installazione in raccordi tipo Clamp (sanitari, Tri-Clamp, Tank Connection).

Particolarmente adatto per le industrie Farmaceutiche, Alimentari e Biotecnologiche il disco di rottura SCR è realizzato interamente in 316L (o in altre leghe, su specifica richiesta del cliente) presentando, a lato processo, una superficie perfettamente liscia che lo rende particolarmente indicato ai trattamenti C.I.P. e S.I.P. per il mantenimento delle condizioni asettiche.

Il disco di rottura SCR è adatto al servizio con solo gas o liquidi (con l’opportuna presenza di un cuscino di gas) anche in condizioni di pressione cicliche e pulsanti senza che ne sia pregiudicata la sicurezza.

Il disco SCR risponde alla sovra-pressione in millesimi di secondo senza frammentazione. Una maggiore protezione può essere ottenuta tramite rivestimento in PTFE.  Inoltre, i dischi SCR possono essere assoggettati a condizioni di vuoto assoluto senza la necessità di supporti.